Annarè Lyrics

Gigi D’Alessio Lyrics

You are viewing Annarè Lyrics - Gigi D’Alessio

Annarè song lyrics are written by Gigi D’Alessio

Complete information about Annarè lyrics

Selected song name: Annarè
Singer Name: Gigi D’Alessio
Lyrics written by: Gigi D’Alessio

You can see all the lyrics of Gigi D’Alessio songs at rare-lyrics.com






Che curaggio che tengo ti chiammo ancora
Songo 'a voce 'e chi t'ha la**ato ajere
Ca te cerche na mano pe' parlà
Sette nummere maje scurdate
Fatte già nu milione 'e vote
Chesta sera te diceno ca songo je
Te 'ncazzave ogni vota ca dicevo
Si te spuoglie sarrai cchiù bella ancora
Rispunnive: "Je non songo chella llà
Ca si tu le prumiette 'o core, te dà tutto dint'a na sera"
E pe' colpa 'e sti ccose io perdette a te


Annarè, comme aggio fatto a sta luntane a te
Ma che cunferenza s'ha pigliato 'o tiempo a ce vedè spartute
Annarè, sultanto tu sî tale e quale a te
Voglio ancora che triemme 'e paura
Si stammo 'int''o scuro alluccaneme 'nfaccia:
"Me ha primma spusà"


Tanto 'o saccio vaje pazze pe'mmé
Dimme sulo addo c'amma a vedè
'Issa fa ca nun viene Annarè
No, tanto 'o saccio nun è 'a verità
Nun è overo ca n'ato ce sta
Je voglio sta sulamente cu'tté
Pecché quanno nun stive cu'mmé
Pure a chella chiammavo Annarè
Je sto aspettanno sultanto 'e sapè
Si cchiù tarde te pozzo vedè

Annarè


Chist'ammore vestuto vence ancora
Contro a chella ca già sapeva annuda
Nun vasava nemmeno comme a te
Si a cercavo pe dint''o core
Fore 'a porta me ne cacciave
Te scurdave ca llà pò trasì sulo tu


Annarè, comme aggio fatto a sta luntane a te
Ma che cunferenza s'ha pigliato 'o tiempo a ce vedè spartute
Annarè, sultanto tu sî tale e quale a te
Voglio ancora che triemme 'e paura
Si stammo 'int''o scuro alluccaneme 'nfaccia:
"Me ha primma spusà"


Tanto 'o saccio vaje pazze pe'mmé
Dimme sulo addo c'amma a vedè
'Issa fa ca nun viene Annarè
No, tanto 'o saccio nun è 'a verità
Nun è overo ca n'ato ce sta
Je voglio sta sulamente cu'tté
Pecché quanno nun stive cu'mmé
Pure a chella chiammavo Annarè
Je sto aspettanno sultanto 'e sapè
Si cchiù tarde te pozzo vedè

Anna, Annarè
Annarè