Paolo Odia Le Donne Lyrics

Ghemon Lyrics

You are viewing Paolo Odia Le Donne Lyrics - Ghemon

Paolo Odia Le Donne song lyrics are written by Ghemon

Complete information about Paolo Odia Le Donne lyrics

Selected song name: Paolo Odia Le Donne
Singer Name: Ghemon
Lyrics written by: Ghemon

You can see all the lyrics of Ghemon songs at rare-lyrics.com




One, two yo
Ghemon Scienz
Come on, come on, come on


Un'altra sera senza un senso preciso
Che giro per Trastevere con Paolo
A parlare di quanto a volte il destino
È strano
E sembra che tutto sia deciso
È umano
Che parliamo di donne ma ce ne lamentiamo
È Paolo ad essere stizzito
Freddo, intirizzito
Tanto burbero che cade nell'a**urdo
Crudo
Paolo fa già il duro
Lui che sta lontano dalle donne per non prenderla più dove il sole non batte sai
Mi dice "Troppo spesso sto a chiedermi come mai
La donna è come un'attrice
Esperta
Che replica il suo ciò volte infinite
Ed ogni volta che mi eclisso
In una luna è quella sorta"
Non le sopporto perché sono materiali
Uterine, attaccate a dei valori marginali
Quando cerco spazio loro tarpano le ali
E se do spazio è colpa mia che tralascio i particolari
Paolo parlando muove le mani
Le stringe con rabbia maledicendo i rapporti interpersonali
Finiamo questo giro di locali
Un'altra birra ancora
Non è il momento di pensare già a domani

Il mio amico non soppota le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde

Non sopporta le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde, che tonde, che tonde


Gira lento il nostro pa**o sui sampietrini
Che c'hanno visto consumare un altro sabato
Paolo tira una linea immaginaria
Lui la chiama cronistoria semiseria degli attimi d'aria
Ogni volta che ho voluto
Ogni donna che ho bramato e che ho dovuto
Conquistare mi sono involuto
Più stai lontano e più t'ostini
Più arriva un'altra lei che ti infiocina il petto
Cambiando i tuoi destini
Che ti cambia la vita coi suoi respiri
E con le sue stronzate ti intorcina gli intestini
"Ehi Ghemon! Io non lo so come fanno
Con un bye danno bites al cuore alla Bram Stoker!"

Il mio amico non soppota le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde

Non sopporta le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde, che tonde, che tonde


Ci vuole impegno e dedizione
Segno che il tempo è terminato
Paolo le tue lancette torneranno in posizione
Devi affidare il tuo bioritmo col suo respirare
Ritrovare soltanto la condizione
Devi trovare l'incomincio e iniziare dalle fondamenta
Perché fondamentalmente se incominci
Devi lavorare alacremente
A delle tattiche che calmino i tuoi impicci
E qui è una giungla lo sai
Io mi domando come fare con le donne
Questa è una giungla lo sai
Io mi domando come fare con le donne

Il mio amico non soppota le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde

Non sopporta le donne
delle gonne
le risponde
Sia more che bionde
Sia magre che tonde
Che tonde, che tonde, che tonde